WORKSHOP DI PROGETTAZIONE BANDI PER IL NON PROFIT

Progettazione bandi La Staffetta Arci

Dai gambe alle tue idee!
 
Leggere e capire un bando, essere in grado di costruire un buon progetto, credibile e sostenibile, gestire una partnership e saper rendicontare le spese: sono i passi necessari che bisogna seguire per farsi finanziare un’idea.
Bandi locali, regionali, statali ed europei: come individuarli e come approcciarsi per ricevere fondi e finanziare le proprie idee!
La Staffetta organizza laboratori di progettazione per imparare a muoversi nel mondo dei finanziamenti pubblici per il settore del non profit.

COSTRUIAMO UN TEAM DI PROGETTISTI!

 

Progettazione bandi La Staffetta Arci

 

PERCHE’ QUESTO CORSO:

La sostenibilità delle attività da parte di associazioni, cooperative e, in generale, soggetti di diritto pubblico e privato, al giorno d’oggi è quasi sempre direttamente proporzionale alla loro capacità di saper sfruttare i fondi pubblici erogati dalle Istituzioni locali, nazionali ed europee sottoforma di bandi. Saper trovare il bando adatto, saperlo leggere e scovarne lo spirito con il quale è stato pubblicato, rappresenta un’abilità che aumenta le probabilità di vedersi finanziare un progetto.

OBIETTIVI DEL CORSO:

Gli obiettivi generali del corso sono:

  • trasferire gli strumenti base per scovare, leggere e capire il giusto bando sul quale progettare attività culturali, sociali, promozionali, scientifiche e formative nell’ottica dell’assegnazione di finanziamenti pubblici;
  • costruire una buona partnership;
  • saper progettare attività sostenibili nel tempo e nei costi;
  • saper redigere un piano finanziario credibile e sostenibile.

 

STRUTTURA DEL CORSO:

3 moduli

 

PRIMO MODULO: 4 ORE
TROVIAMO, CAPIAMO E LEGGIAMO IL GIUSTO BANDO

Spesso sentiamo parlare di finanziamenti europei, statali, regionali, locali. Tantissimi termini tecnici che nascondono precise intenzioni da parte di che elargisce i fondi. Sfumature di significato che possono tuttavia cambiare la forma e la sostanza di un progetto vincente.

Molto spesso abbiamo intenzione di sfruttare i tantissimi fondi che vengono messi a disposizione di imprese, enti del terzo settore, enti pubblici ed enti locali, ma ci tocca dover leggere pagine e pagine di documenti dall’ostico linguaggio giuridico e finiamo per scoraggiarci.

Ma è possibile saper leggere un bando in maniera veloce e puntuale. E noi ve lo permetteremo.

  • Cos’è un bando? Differenze di nomenclatura (Fondo, Programma, Bando, Avviso, Call)
  • Fondo perduto, agevolazioni, contributi, cofinanziamento: facciamo chiarezza.
  • Tecniche di ricerca e comprensione veloce di un bando: il monitoraggio
  • Lo studio del Soggetto Erogatore
  •  Le 5 W:
o Who? Soggetti ammissibili, soggetti beneficiari, partners, stakeholders
o Why? Obiettivi generali e specifici, scopi e fini
o What? Attività ammissibili, costi ammissibili, modalità di erogazione, output di progetto, risultati attesi
o Where? Luoghi di realizzazione
o When? Tempi di realizzazione e scadenze

 

SECONDO MODULO: 2 ORE
COSTRUIRE UN PROGETTO VINCENTE

Costruire un progetto vincente è la parte più difficile della progettazione. Richiede attenzione, umiltà, arguzia, cooperazione e un pizzico di furbizia. Spesso saremo costretti a dover fare anche altro per poter realizzare l’attività che avevamo in mente, ma questa deve essere vista come un’opportunità per aprire la mente e aumentare la nostra capacità relazionale. La progettazione è una disciplina che richiede multitasking, coesistenza e capacità di creare rete.

  • L’analisi di contesto e l’albero dei problemi
  • La costruzione della partnership
  • La redazione del business plan
  • Il cronoprogramma
  • L’analisi SWOT: punti deboli e punti forti, minacce e opportunità
  • Realizzazione di un abstract di progetto
TERZO MODULO: 2 ORE 
COMPILARE IL FORMULARIO

L’elemento essenziale della progettazione rimane sempre la fase di stesura fattiva del progetto. Una fetta consistente di progetti viene scartata prima di essere analizzata, per i cosiddetti “errori formali”: documenti mancanti od omessi, firme non apposte, diciture errate. Il motivo è semplice: meno progetti passano il controllo formale, più “comoda” è la valutazione per la commissione. La corretta compilazione del formulario e degli allegati è fondamentale per dare valore alla nostra idea progettuale.

  • Il formulario come specchio del bando
  • Gli allegati
  • Gli aspetti formali
QUARTO MODULO: DOPO 4 SETTIMANE
SIMULAZIONE PROGETTUALE 

Dopo aver analizzato tecniche e dinamiche della progettazione, ci mettiamo al lavoro! Scegliamo un bando, un soggetto proponente, un’idea progettuale e ci realizziamo su un business plan. Troviamo i partner giusti e individuiamo obiettivi e output.

Compiliamo il formulario, organizziamo tutta la documentazione richiesta e presentiamo il progetto prima della deadline!

Ricorda: la prima vittoria di un buon progettista non è vincere un bando, ma presentare il progetto prima della scadenza!

AL LAVORO
  • Scelta del bando
  •  Divisione in gruppi
  • Preparazione della documentazione
  • Stesura del progetto sul formulario
  • Presentazione del progetto
Costo del corso:
100 EURO